Appunti per Scoccimarro su alcuni telegrammi e comunicazione a Bordiga

4 luglio 1925

Ad Amadeo già comunicato - Per Morelli

Sunto dei telegrammi pervenuti e tradotti da Egidio:

1) Discussione non deve farsi sul quotidiano, ma sul settimanale; Preparare bene la discussione; Non consigliabile l'espulsione; Preparare la maggioranza al Congresso.

2) (Di questo telegramma dev'essere rimessa copia a Bordiga, avvisandolo che se vuol verificare venga a Roma e vedrà al suo posto l'originale). "Ricevuta dichiarazione. Incaricato partito col compito di prendere misure per definire questione sans douleur. S'impone però la cessazione senza condizioni dell'agitazione frazionistica e la sottomissione della minoranza alla maggioranza. Queste due condizioni sono indispensabili per la cessazione del conflitto.

Il terzo telegramma era il noto di Miglioli a Donati.

Egidio è partito ed ha lasciato l'incarico della nota inchiesta a Ruggiero; occorre però dare ufficialmente a quest'ultimo l'incarico dall'Esecutivo.

Achille

***

Al compagno Amadeo Bordiga

Ti comunichiamo la risposta giunta dal Comintern al telegramma da te inviato. Essa dice:

"Ricevuta dichiarazione. Partito incaricato col compito di prendere misure per definire la questione sans douleur. Si impone però cessazione ogni attività frazionistica (scioglimento Comitato d'Intesa) e sottomissione minoranza alla maggioranza. Queste due condizioni sono necessarie per la cessazione del conflitto".

L'originale trovasi a Roma ed è sempre a tua disposizione per ogni controllo.

Con saluti comunisti

Da ACS PS 1925, busta 133, foglio 23

Carteggi