L'ABC del comunismo (1919-1921-1948)

120 pagine

Scritto nel 1919 da Bucharin e Preobragenskij, questo volumetto fu tra i primi saggi che la III Internazionale raccomandò a tutti i Partiti comunisti del mondo come efficace strumento di propaganda del programma e dell'impostazione tattica del comunismo. Come tale fu tradotto e pubblicato nel 1921 dal Partito Comunista d'Italia nella Biblioteca dell'Internazionale Comunista e ripubblicato nel 1948 dal Partito Comunista Internazionalista. Il lettore potrà anche confrontare agevolmente il linguaggio usato dagli autori con quello della Sinistra comunista "italiana" che si trova negli altri testi di queste edizioni. Mentre Bucharin e Preobrazenskij parlano inevitabilmente la lingua dell'esperienza russa di rivoluzione insieme democratica e comunista, la Sinistra parla col rigore scientifico imposto dall'ambiente di rivoluzione matura in cui la sua azione sessantennale si è sviluppata.

Quaderni di n+1 dall'Archivio storico